Rimozione della radice del dente

Rimozione della radice del dente

Leggete nel tema del blog come si può fare la rimozione della radice del dente. La rimozione della radice del dente è una delle procedure dentali più comuni nella mascella, può essere eseguita chirurgicamente o in modo classico.

La rimozione della radice del dente in un modo classico comporta l’uso di pinze e leve per la sua rimozione.

Quando i dentisti non sono in grado di rimuovere la radice del dente, è necessario accedere alla procedura chirurgica. È un intervento espletato da un chirurgo orale.

Per eseguire l’estrazione del dente è necessario individuare l’osso che circonda la radice residua. Prima si deve chirurgicamente incidere la superficie mucosa della mascella. L’osso diventa quindi evidente e si può affilare la sua superficie.

Per l’affilamento si utilizza una punta trapano azionata da un micromotore (un motore elettrico appositamente progettato per tale uso). Man mano che l’osso attorno alla radice viene rimosso, questi diventa mobile e poi, per la sua estrazione, è sufficiente usare le pinze la leva.

Si tratta di una procedura chirurgica relativamente minore che richiede circa 20 minuti a seconda del dente interessato.

Dopo aver rimosso la radice del dente, la mucosi della mascella deve essere suturata. La guarigione del taglio operatorio dura tra i 7 e i 10 giorni dopo di che le cuciture possono essere rimosse.

La rimozione chirurgica

La rimozione chirurgica della radice del dente viene eseguita in anestesia locale. Dopo la cessazione dell’azione dell’anestesia locale è possibile provare dolore sul sito della ferita.

Bisogna assumere un analgesico che solitamente usate per ridurre il dolore, anche se il chirurgo prescriverà i farmaci appropriati dopo l’intervento chirurgico e darà anche le necessarie istruzioni.

L’area dell’intervento deve essere raffreddata dall’esterno, bisogna evitare cibi duri e non spazzolare energicamente l’area interessata.

È bene tener conto anche delle azioni banali come ridere, sbadigliare e simili, in quanto potrebbero causare l’allentamento delle cuciture e quindi la possibilità di turbamento della formazione di coaguli necessari per la guarigione della ferita.

Anche una settimana dopo l’intervento, c’è la possibilità che l’area interessata sia pur sempre intorpidita. Di ciò bisogna informare il chirurgo, anche se l’intorpidimento dovrebbe scomparire dopo un certo periodo.

La nostra clinica di medicina dentale è in grado di fornire ai pazienti una gamma di tecniche operative all’avanguardia in studi dotati della più moderna tecnologia secondi i più alti standard della professione.

Tutte le procedure sono eseguite in anestesia locale e sono completamente indolori e la terapia domiciliare con farmaci prescritti consente la riduzione dei sintomi postoperatori.

Tutte le procedure chirurgiche nella clinica artDENTAL vengono eseguite da uno specialista in chirurgia orale il dott. Marko Nikolić.

Visitate artDental – centro di medicina dentale a Kastav (vicino a Rijeka).

Chiamateci o inviateci una e-mail:

Tel: +385.51.582.888, mob: +385.95.482.8888

Apparecchio ortodontico invisibile 

Non è mai troppo tardi per mettere l’apparecchio ortodontico. Le esperienze dei pazienti sull’apparecchio ortodontico sono diverse, ma ognuno ha una diversa situazione in bocca. 

I pazienti di oggi accettano molto volentieri la terapia ortodontica. L’obiettivo della terapia ortodontica non è solo estetico, ma anche il miglioramento funzionale dei denti (morso, masticazione, il parlare).

Non c’è limite di età per l’impostazione dell’apparecchio ortodontico. Tanto quanto i bambini, anche gli adulti vogliono un bel sorriso ampio e denti dritti e allineati.

Gli apparecchi ortodontici mobili oggi sono per lo più trapassati. Nei tempi moderni i pazienti oltre all’estetica dopo il trattamento, vogliono anche l’estetica durante la terapia ortodontica.

A volte la terapia può richiedere diversi anni. A seconda della gravità del caso, la terapia con il dispositivo fisso può durare più brevemente o più a lungo di quanto menzionato.

Ogni terapia ortodontica seria comporta l’impostazione di un dispositivo fisso in entrambe le mascelle.

I dispositivi per il raddrizzamento dei denti di solito consistono in “placchette” che si attaccano ai denti e in un filo metallico che li connette. Gli attacchi possono essere in metallo o in ceramica e di ciò dipende l’estetica dell’apparecchio fisso.

C’è anche la possibilità di posizionare il cosiddetto apparecchio linguale che viene incollato alla superficie interna dei denti, rivolto verso la lingua e come tale è completamente invisibile.
Nell’età dell’estetica, che è oggigiorno una priorità, gli apparecchi trasparenti (invisibili) stanno diventando sempre più popolari.

Tra gli apparecchi invisibili possiamo annoverare i dispositivi linguali, ma anche una delle tecniche più recenti che è sempre più presente in odontoiatria ed è basata su pellicole trasparenti che vengono cambiate a seconda del corso della terapia.

apparecchio ortodontico invisible

apparecchio ortodontico invisible

I dispositivi trasparenti non sono fissati sui denti, ma possono essere rimossi dal paziente per scopi di spazzolatura e consumo. Sono più comodi da indossare e sono molto popolari per la loro trasparenza.

Per il successo della terapia con questi tipi di apparecchi è molto importante l’applicazione e l’impegno del paziente, così come per tutte le altre forme di terapia ortodontica.

Il controllo regolare, il mantenimento dell’igiene orale e la cura dell’apparecchio sono molto importanti per la durata della terapia.

Ogni tipo di apparecchio ortodontico presenta alcuni vantaggi e svantaggi. Per tutto questo, otterete le migliori informazioni dallo specialista ortodontista.

Chiedete al vostro dentista le migliori opzioni e scoprite quale apparecchio è il più adatto per voi.

Se volete sapere se siete un candidato adeguato per portare l’apparecchio ortodontico, non esitate a visitare la nostra clinica artDENTAL a Kastav per una consulenza gratuita.

Siate liberi di contattarci!

Chiamateci o inviateci una e-mail:

Tel: +385.51.582.888, mob: +385.95.482.8888

Impianti dentali – complicazioni 

Gli impianti dentali sono viti di titanio che vengono utilizzate per sostituire i denti. Gli impianti sono soluzioni permanenti e fisse, a differenza dei sostituibili protesi o ponti. Leggete il testo del dott. Marko Nikolić, specialista di chirurgia orale nella clinica artDENTAL:

Gli impianti dentali hanno dimostrato di essere il trattamento dentale più efficace, ma sono anche associati ad alcune complicazioni di salute.

Di solito si tratta di problemi come:

  • lesioni,
  • danni ai nervi,
  • parestesia,
  • fallimento dell’integrazione,
  • problemi con i seni.

Quando gli impianti dentali sono ben innestati non c’è paura di complicazioni.

Abbiamo già scritto molte volte prima sugli impianti dentali, ma non nuoce ripeterlo. Gli impianti dentali riguardano la sostituzione permanente dei denti mancanti o la sostituzione di un dente danneggiato con quello artificiale.  

Con l’aspetto e la funzione gli impianti dentali sostituiscono completamente un dente naturale.  

impianto dentale

impianto dentale

Ci sono diverse opzioni per il restauro della perdita dei denti, come protesi e ponti. Gli impianti dentali sono considerati l’opzione migliore sotto ogni aspetto. Prima di tutto per quanto riguarda la funzionalità, l’efficienza e la resistenza del trattamento. 

I vantaggi sono anche notevoli – stabilità, comfort e praticità.  

L’argomento del blog di oggi è complicazioni durante l’innesto di impianti dentali ed ora ne diremo qualcosa in più. 

La chirurgia include un’innesto sicuro dell’impianto nella mascella. Gli impianti sono fatti di titanio.  Il processo completo di impostazione degli impianti per corona può richiedere da 2 a 3 settimane circa (carico immediato) o 3-9 mesi, a seconda del tipo di impianto, del tipo di intervento chirurgico e dello stato di salute generale della mascella.

Secondo le statistiche, il tasso di successo degli impianti dentali è di circa il 95% per la mascella inferiore e del 90% per la mascella superiore.

Problemi e complicazioni negli impianti dentali

Alcuni pazienti possono sperimentare il rigetto dell’impianto dalla mascella.

Alcuni dei motivi per il rigetto degli impianti sono: 

Perimplantite

La perimplantite è una delle principali cause del fallimento degli impianti. La causa è l’azione di batteri, microbi o altre infezioni sul sito di un intervento chirurgico. I sintomi si manifestano come gonfiore e infiammazione del tessuto che circonda gli impianti dentali. Nei casi gravi, la perimplantite può portare al graduale dannegiamento del tessuto osseo nella mascella.

Lesioni o danni ai tessuti

La procedura di innesto di impianti dentali può causare lesioni o danni ai tessuti nell’area adiacente. L’ area lesa di solito è dolorosa temporaneamente e il dolore svanisce in pochi giorni.

 

Danni ai nervi

La causa è il posizionamento dell’impianto molto vicino al nervo. Il danno ai nervi provoca dolore, specialmente se il dente artificiale si trova direttamente sopra il nervo. In tal caso, il paziente deve contattare immediatamente il chirurgo. Il chirurgo può rimuovere l’impianto (se necessario) e sostituirlo.

Complicazioni con i seni

Gli problemi con i seni possono verificarsi quando l’impianto viene eseguito nella mascella superiore. In questo caso, l’impianto interrompe alcune delle cavità del seno. Per superare questa complicazione, il chirurgo può sostituire l’impianto, cioè eseguire di nuovo l’intervento chirurgico, e se è necessario rimuovere l’infezione sinusale e applicare l’antibiotico direttamente al seno.

Fattori di rischio

I fumatori o le persone che bevono hanno un potenziale rischio di sviluppare infezioni. In questi casi, il tempo necessario per la riabilitazione dall’impianto può richiedere più tempo di quanto sia idealmente necessario. Un sistema immunitario debole può essere considerato una causa attiva dell’infezione.

È molto importante che dopo l’intervento seguite i cambiamenti dello stile di vita necessari, in termini di nutrizione, abitudini alimentari e igiene personale, come prescritto dal chirurgo. Solo in questo modo non ci saranno problemi.

Gli impianti dentali sono la soluzione più efficace per la sostituzione dei denti e, per evitare possibili complicazioni, è necessario sempre seguire i consigli del medico. 

La cosa più importante da tenere a mente è il tipo di impianti dentali che si innestano e da chi, ossia se lo fa uno specialista di chirurgia orale o no.

Nella clinica artDental, gli impianti dentali vengono eseguiti da uno specialista in chirurgia orale con un’esperienza pluriennale il quale è altamente accurato ed esperto.  

Dopo l’innesto di impianti dentali, ogni paziente riceve un libretto con il certificato dell’impianto innestato.

Nomi famosi proteggono i tuoi denti

Nomi famosi proteggono i tuoi denti

Se state prendendo in considerazione l’innesto di impianti dentali, potete cercare consigli presso la nostra clinica artDENTAL a Kastav.

Nell’incontro con il nostro specialista in chirurgia orale, il dott. Marko Nikolić, troverete sicuramente la soluzione migliore.

 

Struttura del dente

Tutti conoscono l’importanza che i denti hanno per la propria salute e per la propria immagine, ma non tutti sanno com’è fatto un dente. Leggete nel tema del blog la struttura, la morfologia e l’anatomia dei denti.

La struttura del dente è costituita da diversi tessuti duri che circondano il tessuto molle centrale (polpa).