Aumento osseo – innesti dell’osso

Aumento osseo – innesti dell’osso

  • augmentacija

L’argomento del blog di oggi è l’aumento del tessuto osseo. Leggete il testo del dott. odont. Marko Nikolić, specialista in chirurgia orale nella clinica artDENTAL:

La sfida più grande nel campo dell’implantologia dentale oggigiorno è legata alla mancanza di volume osseo. Una volta che si perde un dente naturale, il tessuto osseo in questo luogo comincia ad atrofizzare (indebolire).

La perdita ossea è un processo fisiologico che può verificarsi dopo l’estrazione del dente, un’infiammazione, in seguito a traumi o per altri motivi.Se prima della perdita del dente la sua radice era colpita dall’infiammazione, il riassorbimento osseo sarà più veloce e più esteso.

Aumento osseo

Con la perdita non abbiamo comunque perso l’osso e la possibilità di innestare un impianto, ma acciochè l’impianto dentale potesse svolgere la sua funzione deve essere pienamente nell’osso. Se il volume osseo non è soddisfacente, dobbiamo affrontare l’aumento (ricostruzione delle ossa). L’aumento viene eseguito prima o durante l’innesto dell’impianto stesso quando manca un certo volume osseo o quando si desidera ottenere una migliore estetica.

Proprio l’osso funge da supporto per tutti i tessuti molli, e l’aumento dell’osso è necessario se alla fine della terapia vogliamo ottenere un’eccellente e duraturo risultato estetico.

Tecniche di aumento osseo:

Osso autologo – l’osso del paziente viene trapiantato da un luogo all’altro

Biomateriale – osso in fibre sintetiche o artificiali, biocompatibili e bioattivi

Combinazione di osso autologo e dei biomateriali

Per ogni paziente e per il suo caso specifico v’è una certa indicazione e per questo è meglio lasciare al chirurgo orale esperto di decidere qual è il metodo migliore per fare un ottimale aumento osseo.

Aumento osseo

Osso autologo

L’osso autologo è lo “standard d’oro” nella chirurgia dell’aumento osseo, perché ha il potenziale osteogenico più forte, siccome si tratta dell’osso del paziente.

L’osso autologo può essere utilizzato in un pezzo come un blocco osseo (innesto osseo) o in truccioli. Il luogo da dove viene preso l’osso può essere intraorale ed extraorale. A seconda del tipo di intervento e della necessità in termini di quantità, il chirurgo decide quale sarà il sito donatore.

Anche se non può sembrare così, l’intervento non è doloroso e viene eseguito in anestesia locale. Il decorso postoperatorio passa senza dolore ed i pazienti hanno un’esperienza positiva.

Osso artificiale – biomateriali di origine artificiale

Materiali fabbricati artificialmente di origine sintetica o animale. Il più delle volte si presentano sotto forma di granuli. La loro applicazione è limitata, e sono sufficienti per l’aumento osseo cioè per la correzione di piccoli o medi difetti ossei.

L’intervento chirurgico con l’utilizzo dell’osso artificiale è leggermente più veloce e meno impegnativo sia per il chirurgo che per il paziente. Come nel caso di osso autologo, l’intervento è indolore e il decorso postoperatorio piacevole per il paziente.

Aumento osseo

Combinazione di osso autologo e dei biomateriali

A volte è necessario combinare biomateriali con l’osso autologo al fine di raggiungere un migliore potenziale osteogenico, che porta alla formazione più veloce del nuovo osso.

L’aumento osseo può essere eseguito simultaneamente con l’innesto di un impianto dentale (difetti minori) o come una procedura indipendente con la quale viene creato l’osso in cui l’impianto verrà innestato successivamente.

Dopo entrambi gli interventi è necessario attendere da tre a sei mesi, a seconda della tecnica e delle dimensioni del difetto osseo trattato, per onerare l’impianto con una corona o affinchè l’osso appena creato sia adeguato per l’impianto.

Naturalmente è molto importante chi esegue l’intervento chirurgico, perché nell’aumento osseo è molto importante l’esperienza del chirurgo per selezionare la modalità di aumento osseo adeguata come pure l’esecuzione stessa, sicura e indolore, dell’intervento.

Sotto la guida del dott. Marko Nikolić, specialista in chirurgia orale, il reparto chirurgico della nostra clinica è in grado di offrire ai pazienti una serie di tecniche chirurgiche all’avanguardia che il dott. Nikolić ha perfezionato durante il suo lavoro.

Marko Nikolić

Il dott. Nikolić tiene regolarmente lezioni ed esegue interventi chirurgici dal vivo, corsi avanzati di perfezionamento in implantologia, chirurgia del rialzo del seno e l’aumento osseo con un focus sul trapianto autologo dell’osso. Nel sua prassi fino ad ora ha innestato con successo più di 15.000 impianti.

Lasciatevi con fiducia nelle mani di un team esperto e ancora oggi fissate una consultazione nella clinica artDental a Kastav (vicino a Rijeka)!