Che cosa fare prima – spazzolare o pulire i denti con il filo interdentale

Che cosa fare prima – spazzolare o pulire i denti con il filo interdentale

Se pensate che per prevenire le malattie dei denti e delle gengive sia sufficiente spazzolare con lo spazzolino due volte al giorno, vi ingannate perché lo spazio tra i denti rimarrà non pulito.

Il filo interdentale è tra gli ausili che dovrebbero essere usati regolarmente con gli spazzolini dentali e interdentali.

Prendersi cura degli spazi interdentali è un passo importante nell’igiene orale quotidiana. È importante che il filo interdentale possa essere inserito in modo sicuro e facile nell’area intermedia e pulire efficacemente il lato del dente senza rischio di lesioni.

Spesso viene chiesto se utilizzare il filo interdentale prima o dopo lo spazzolamento dei denti? 

Il filo interdentale dovrebbe essere usato prima dello spazzolamento dei denti. Se il filo viene usato dopo lo spazzolamento, può capitare di premere i residui e depositi di cibo ancora più in profondità nella gengiva e negli spazi interdentali.

Si consiglia di pulire i denti con un filo interdentale almeno una volta al giorno e sarebbe consigliabile di farlo ogni volta prima di spazzolare.

Per la prevenzione delle malattie dentali e gengivali non è sufficiente spazzolare con lo spazzolino due volte al giorno, poiché l’area tra i denti rimane non trattata. Le fibre dello spazzolino non penetrano profondamente e i batteri che si accumulano possono creare seri problemi.

igiene orale

igiene orale

Come usare correttamente il filo interdentale

È necessario prendere una lunghezza di 50 cm di filo interdentale cerato e collegare le due estremità e fare un nodo così grande che ci passano quattro dita. 

Il filo interdentale viene quindi teso tra il pollice su uno e l’indice sull’altro lato con uno spazio minimo. È così possibile controllare la transizione del filo tra i denti.

Il filo interdentale bisogna utilizzare con attenzione, perché può capitare che scivoli tra i denti e tagli nelle gengive.

Usando il metodo del nodo, non è necessario usare la forza – il che significa che non vi è quasi alcun rischio di incidere il filo interdentale nella gengiva. Passate il filo interdentale tre volte su e giù sulla superficie del dente fino al bordo della gengiva.

Le gengive sanguinanti possono comparire all’inizio dell’uso, ma dopo alcuni giorni di utilizzo del filo interdentale, l’emorragia dovrebbe cessare perché la gengiva non è più infiammata.

Se l’emorragia non si ferma, contattate il vostro dentista. Nel caso in cui il filo interdentale si impiglia tra i denti e si spezza, si tratta probabilmente di carie, calcare o difettosa otturazione.

spazzolare con lo spazzolino

spazzolare con lo spazzolino

Tipi di filo interdentale

Il filo interdentale può essere cerato (per facilitare il passaggio sulla superficie del dente), può essere con fluoro o al gusto di menta. Viene in strisce o fili sottili, e ci sono anche tipi speciali di filo interdentale noti come superfloss.

Oltre ai normali fili interdentali, ci sono dei fili interdentali con una spugna per la pulizia e sono particolarmente adatti per pulire lo spazio sotto i ponti, attorno agli impianti e agli apparecchi ortodontici fissi.

Forse all’inizio la pulizia con il filo interdentale vi sembrerà difficile e poco pratica, ma siate persistenti e presto sentirete la differenza e il filo interdentale diventerà parte della vostra routine quotidiana.

Per qualsiasi domanda non esitate a contattarci