ESTRAZIONE DEL DENTE

ESTRAZIONE DEL DENTE

L’estrazione del dente è un intervento orale-chirurgico. Anche se nell’odontoiatria moderna la tendenza è di preservare ogni dente, in alcune situazioni si deve ricorrere all’estrazione.

Prima dell’estrazione bisogna fare la radiografia, cercare di curare endodonticamente il dente e fare tutto il possibile per preservare il dente nella mascella. Sfortunatamente, non è sempre possibile salvare il dente e bisogna toglierlo.

Quando si ricorre all’estrazione?

Le indicazioni per l’estrazione sono: dente tentennante, trauma dentale, corona dentale distrutta dalla carie e impossibilità di cura, infiammazioni e cisti. All’estrazione si ricorre quando dopo diversi metodi di cura il dente è pur sempre in condizioni gravi o quando è talmente danneggiato da non poter essere salvato con nessun altra terapia.

L’estrazione del dente fa male?

L’intervento di estrazione si esegue in anestesia locale ed è quindi completamente indolore per il paziente. Dopo l’estrazione, la ferita viene esaminata, pulita e coperta con garza sterile.

Istruzioni per i pazienti dopo l’estrazione del dente:

  • Tenete il tampone in bocca 10-15 minuti
  • Il cibo consumato deve essere soffice e di media temperatura
  • Mangiate solo dopo che l’anestesia allenti
  • Sulla ferita si formerà un coagulo che non dovete spostare con la lingua
  • Sul luogo dell’estrazione si formerà uno strato bianco che aiuta nella coagulazione e non lo rimovete perchè è un processo normale che aiuta nella cicatrizzazione
  • Il prossimo giorno e nei giorni successivi sciaquate la bocca con del tè alla salvia o con un’antisettico (su raccomandazione dell’odontoiatra)
  • Mettete un impacco freddo
  • Se serve prendete un’analgesico (ibuprofen, neofen, voltaren rapid)
  • Se i dolori sono più forti, avete difficoltà nell’aprire la bocca o avvertite gonfiore forte, contattate il medico

Quali sono le conseguenze di un dente mancante?

La mancanza di qualsiasi dente ha delle conseguenze per gli altri denti perchè può causare la loro rotazione, inclinamento, crescita dall’alveolo, abbassamento del morso, deterioramento dell’articolazione della mascella, abbassamento delle labbra e cambiamenti nella fisionomia del volto con conseguente apparizione più anziana della persona. Un dente infiammato è un fulcro d’infiammazione nell’organismo e i microorganismi del dente possono disseminarsi in altro organi (cervello, reni, articolazioni e cuore) e causare la loro infiammazione.

Come ovviare alle conseguenze di un dente mancante?

È importante compensare al più presto ogni dente per avere condizioni ottimali per la funzione masticante. La soluzione potrebbe essere un impianto, protesi fissa (ponti e corone) o protesi mobile (protesi dentali o protesi su impianti). Il periodo di cicatrizzazione della ferita dopo un dente estratto è di circa 4-8 settimane e dopo di ciò si può procedere ai lavori prostetici.

Se non siete sicuri se dovreste estrarre un dente e come compensarlo, lasciatevi con fiducia nelle nostre mani!

Vi aspettiamo a Kastav, in via Tometići 1D.

Prenotate l’appuntamento:

Tel: +385.51.582.888, mob: +385.95.482.8888

info(a)artdental.hr