Fistola sulle gengive – cause, sintomi e trattamento

Fistola sulle gengive – cause, sintomi e trattamento

Molti di voi hanno certamente incontrato questo fenomeno almeno una volta nella vita. Una fistola può apparire in bocca o sul viso. Viene spesso vista come un piccolo brufolo da cui vengono drenate le secrezioni giallastre e / o la marcia sanguigna.

In seguito leggete di più sulle fistole gengivali!

Presenza di fistola – causa

Una fistola è in realtà un canale attraverso il quale l’infiammazione dal suo centro (fuoco) trova la sua strada verso la superficie. Il corpo naturalmente, nel suo desiderio di difendersi dall’infiammazione, si fa strada attraverso le ossa, la pelle o le mucose.

È essenzialmente un sintomo di infiammazione che si trova da qualche parte nell’osso e lentamente si fa strada verso la superficie.

Tipi di fistole

La fistola sulle gengive può essere: attiva e inattiva.

1) La fistola attiva ha un colore rosso intenso e il pus fuoriesce premendo il tessuto circostante.     

2) La fistola inattiva è più piccola, del colore della mucosa e non c’è secrezione alla pressione.     

Una fistola inattiva è un segno di infiammazione che retrocede e la vediamo più spesso dopo aver rimosso la causa come una piccola cicatrice che rimane dopo la guarigione.

La causa della formazione di fistole sulle gengive si verifica più spesso a seguito di infiammazione cronica del nervo dentale, trattamento dentale infruttuoso e tasche parodontali.

Può verificarsi dopo l’estrazione del dente se un pezzo di dente o osso viene lasciato indietro durante l’estrazione che non consente una corretta guarigione e chiusura della ferita. 

Una fistola sulle gengive può verificarsi anche in caso di frattura della radice del dente. Tutto ciò che si applica ai denti permanenti si applica anche ai denti da lattequindi una fistola può verificarsi anche nei bambini con denti decidui.

Sintomi di fistole

La fistola stessa non fa male, può essere sensibile al tatto o fa male qualche giorno prima che si forma, mentre l’infiammazione è ancora nell’osso e crea pressione sui tessuti circostanti.

Spesso, l’apparizione della fistola allevia e calma i sintomi dolorosi dovuti alla riduzione della pressione sul tessuto.

esame clinico e una diagnosi

esame clinico e una diagnosi

Trattamento di fistole

Il trattamento della fistola inizia con un esame clinico e una diagnosi. Quando scopriamo la causa esatta del suo verificarsi, decidiamo quale fosse il piano di trattamento.

Una fistola causata da un’infiammazione sulla punta della radice di un dente che non è guarita viene risolta trattando il dente. Il nervo viene rimosso e lo spazio vuoto viene riempito con materiale artificiale. Viene quindi inserito un’otturazione sul dente e la guarigione viene monitorata per i prossimi mesi.

Una fistola che si è formata sulla punta della radice e dove il dente è stato precedentemente trattato, può essere trattata con un nuovo trattamento (revisione del trattamento) o una procedura chiamata apicotomia.

L’apicotomia è la rimozione chirurgica della punta di una radice colpita da infiammazione. Le fistole parodontali vengono rimosse con il curettage e la disinfezione delle tasche dentali. Nel caso in cui la fistola sia causata da un dente rotto, l’unica terapia è l’estrazione di quel dente.

Un antibiotico può essere somministrato per aiutare il trattamento, ma non come soluzione permanente e unica all’infiammazione. Se la vera causa non viene eliminata, l’antibiotico calmerà i sintomi a breve termine.

La migliore misura preventiva sono le visite regolari dal dentista. Un adeguata alimentazione aiuta anche a ridurre la possibilità di sviluppo di microrganismi.

Se avete bisogno di maggiori informazioni, non esitate a contattarci!