GENGIVE RITIRATE

GENGIVE RITIRATE

Le gengive ritirate sono un problema di salute molto comune per molti, indipendentemente dall’età o dal sesso. Nelle gengive ritirate i denti diventano più sensibili perché sono esposti a fattori esterni che aumentano il rischio di caduta dei denti.

Le gengive ritirate sono un problema di salute molto comune, ma le cause sono molteplici. Oltre alla sensazione sgradevole e dolore tagliente nel consumo di cibi caldi e freddi, le gengive ritirate sono un segno di malattie dei denti, che poi possono creare gravi problemi di salute se la cura del cavo orale non è sufficiente.

Le gengive sane sono compatte, di un colore rosa delicato e non si separano dai denti.

I sintomi delle gengive ritirate:

  • gengive rosse e gonfie,
  • sanguinamento durante lo spazzolamento dei denti,
  • gengive ritirate per cui i denti possono apparire più lunghi,
  • separazione delle gengive dai denti e creazione di tasche dove è possibile la creazione di pus,
  • alito cattivo. 

Cause dell’infiammazione e delle gengive ritirate:

  • spazzolamento troppo brusco o uso di spazzolini da denti troppo duri,
  • spazzolamento irregolare (scarsa igiene orale, creazione di placca e tartaro)
  • il fumo (le sostanze velenose nel tabacco riducono la risposta immunitaria, causano la mancanza di saliva e la riduzione del flusso sanguigno nei tessuti gengivali),
  • disturbi ormonali (in pubertà , durante la gravidanza, le mestruazioni, in menopausa, a causa delle pillole contracettive e alcuni farmaci)
  • la diabete (diabete mellito),
  • malattie autoimmuni, come l’AIDS,
  • morso anomalo (morso troppo profondo in cui i denti superiori si sovrappongono troppo a quelli inferiori).

 

Le malattie che causano le gengive ritirate:

La gengivite è la prima fase di infiammazione delle gengive che è curabile e non provoca danni ai tessuti. La gengivite è trattata dal dentista rimuovendo la placca e il tartaro dopo di che bisogna eseguire un’igiene orale prescritta dal dentista. 

Periodontite è la seconda fase in cui l’infiammazione si estende dalle gengive alle strutture di supporto dentali. Questo porta all’arretramento e alla distruzione dell’osso in seguito a cui la radice del dente rimane scoperta. Negli stadi avanzati c’è oscillazione di denti a causa della mancanza delle strutture di supporto e nel peggiore dei casi, quando manca un trattamento adeguato, avviene la perdita dei denti. 

Al fine di evitare problemi delle gengive ritirate è necessario mantenere l’igiene orale. Gli spazzolini da denti, il dentifricio, il filo interdentale e una corretta tecnica di spazzolamento dei denti possono notevolmente ovviare ai problemi dei denti e delle gengive. 

Uno dei modi con cui si possono prevenire le gengive ritirate è visitare regolarmente il dentista per un controllo regolare e la pulizia dei denti.

Un’alimentazione equilibrata e corretta è importante in ogni malattia umana e quindi anche nelle gengive ritirate. Una dieta che comprende molta vitamina C e calcio può fermare il ritiro, il rossore e il gonfiore.  

Se sentite dolore e disagio acuto, gonfiore, arrossamento o suscettibilità sui denti “spogli” è il momento di consultare un dentista.

Visitate l’artDental – centro di medicina dentale a Kastav (vicino a Rijeka).

Non esitate a contattarci!

Chiamateci o mandateci un e-mail a:

Tel: +385.51.582.888, mob: +385.95.482.8888

info@artdental.hr