Rinnovare lo smalto dentale in modi semplicissimi!

Rinnovare lo smalto dentale in modi semplicissimi!

Lo smalto dentale è lo strato protettivo del dente che copre la superficie della corona dentale e lo fa bianco, liscio e duro. Una volta che lo smalto si danneggia o consuma, ci sono pochissimi modi in cui possiamo rinnovarlo. 

In sostanza, una volta che lo smalto dentale si danneggia è necessario un aiuto professionale da parte del dentista o se il danno è minore, possiamo provare a rinforzarlo con preparati a base di fluoro.

Ogni giorno, il rinnovo dello smalto dentale in bocca avviene in modo naturale. Con la sedimentazione dei minerali dalla saliva, dopo ogni pasto, quando il pH scende in bocca, si verifica una graduale demineralizzazione o “fuga” dei minerali dallo smalto dentale. Dopo un certo tempo, ristabilendo l’equilibrio del pH, i minerali tornano lentamente e si incorporano nello smalto dentale.

Il fluoro è uno dei minerali più importanti che ci aiuta a rinforzare i denti e a rinnovare lo smalto dentale, assieme al magnesio, calcio, fosforo e le vitamine D e K. Sul mercato esistono diversi preparati che contengono fluoro.

Per aiutare a rinnovare lo smalto dentale, possiamo utilizzare alcuni dei seguenti preparati:

  • dentifrici al fluoro,
  • gel e smalti,
  • liquidi o soluzioni contenenti fluoro.
corretta alimentazione

corretta alimentazione

 

Inoltre, con una corretta alimentazione, un apporto equilibrato di vitamine e minerali, aiutiamo il corpo a costruire lo smalto dentale dall’”interno” e così i denti possono diventare più forti e più duri.

Il decadimento dello smalto dentale si verifica a causa della perdita di minerali dalla struttura del dente o dall’usura dei denti.

L’”ammorbidirsi” dello smalto dentale o la perdita di durezza viene spesso causata dai prodotti del metabolismo batterico che, dopo aver mangiato, vengono trattenuti sulle fossette dentali e nelle aree interdentali il che è noto come carie

La perdita dei minerali è anche causata da cibi acidi, succhi dolci e usura graduale (abrasione o attrito).

La differenza è che nella perdita iniziale i minerali possono essere compensati, ma nell’ulteriore progressione della malattia (carie) la compensazione non è più possibile.

Inoltre, nel caso dei denti consumati (abrasi), è necessario l’aiuto professionale del dentista per compensare lo smalto dentale abraso.

La riparazione dello smalto dentale presso uno studio dentale dipende dall’estensione della perdita dello smalto dentale

La progressione della carie può essere rapida o lenta e può anche essere notata in una fase iniziale quando è solo necessario pulire la parte ammorbidita e mettere l’otturazione o più tardi, se si perde una gran parte della struttura del dente, con la sostituzione protesica sotto forma di una corona dentale

Per non parlare di infiammazioni del nervo, granulomi e altre complicazioni della progressione della carie. In ogni caso, è molto meglio e più conveniente cogliere la malattia in una fase precoce.

La riparazione del dente nello studio dentale è l’ unico modo sicuro per compensare lo smalto dentale indebolito o usurato.

Tutto il resto, come i preparati a base di fluoro, può solo aiutare nella fase più precoce e in età pediatrica quando i denti sono ancora sottosviluppati e lo smalto ha più potere di accettare minerali dall’”esterno”.